martedì 3 giugno 2014

il mio 70.3 Italy 2014

Mi sono divertito, ho condiviso l'esperienza con tante belle persone, e l'accoglienza del pubblico Pescarese ha reso tutto ancora piu' magico, correre tra due li di folla fa sempre un gran bel effetto ed aiuta molto.

La gara é andata abbastanza bene, vedere Stefano in zona cambio mi ha fatto capire che avevo fatto un buon nuoto nonostante le condizioni del mare. Condizioni in cui mi sono divertito e meno noiose del solito.

La bici parte bene, il percorso non é assolutamente per le mie caratteristiche sopratutto quando si esce dall'asse, ma la gamba gira bene, l'obiettivo é scendere dalla bici avvicinandomi ai 36 di media.
Vado veloce, il fatto di esser partito con 1000 partecipanti prima fa si che ci sia un sorpasso dopo l'altro. L'asfalto é ottimo, delle volte appena steso ed é un piacere pennellare curve ad alta velocità, sulle salite non mi stacco dai concorrenti della mia categoria e quando c'è da rilanciare alla fine della salita mi sento fresco e li stacco io. Ma in tutto questo mondo idilliaco.... finora é andato tutto bene, mi dimentico di bere, il cannuccione della borraccia frontale é rimasta a metà ed ho solo bevuto mezzo litro di liquidi, troppo poco per me, poi mettici anche il vento.... e il gioco é fatto, subito dopo il terzo rifornimento devo schizzare fuori dalla bici, dolori cosi alle gambe non li ho mai sentiti, urlo dal dolore, una volontaria mettendosi paura sta per chiamare l'ambulanza, la tranquillizzo, ma io non sono tranquillo ho paura che non mi passino piu' e che sto buttando tutto quello che di buono avevo fatto. Bevo tutti i sali rimasti nel borraccione frontale e dopo qualche minuto i crampi passano, purtroppo anche la media si é abbassata, é passata da sopra i 35 a 33.8.
Parto e le gambe sembrano che stiano bene, ma non sforzo.... e la discesa, inizia l'asse e mi sto per rifermare per crampi al sartorio, decellero e pedalo con piu' calma, il vento é anche contro e rende tutto ancora piu' difficile.
Arrivo in zona cambio le gambe son durisssime e spero che la situazione non comprometta la mezza finale.

In zona cambio incontro Andrea e gli faccio i complimenti, lui tutto contento schizza via a 3:30, io parto con il mio passo senza spingere, i crampi sono dietro l'angolo e di angoli sul percorso c'è ne sono molti! Alla fine del secondo giro supero anche Camilla Pedersen che si avvia a vincere con gran merito ed un gran tempo la gara, mi saluta ricordandosi che prima della gara ci eravamo scambiati qualche battuta sulla gara.
Negli ultimi due giri il percorso si fa molto trafficato ed é difficile sorpassare in certi tratti. L'ultimo giro al ritiro braccialetti vedo chi sta passando a ricevere il quarto braccialetto e noto non lontano da me uno della mia stessa categoria. Mancano circa 3 km alla fine ed ho tutto il tempo di riprenderlo, inizio a pensare ad una giusta tattica e intanto velocizzo un po' il passo ma non troppo, lo voglio passare con un passo veloce cosi da lasciarlo li, manca un km ormai gli son sotto, lui non sa che io sono li, dietro di lui e riprendo un po' di fiato il suo passo é basso e si vede che non je la fa piu', do un ultima accellerata lo stacco, entro sul red carpet finale, mi giro e lui non c'è :-) arriverà 20 secondi dopo.


Contento, molto contento, ora c'è da aspettare la sera, magari con un po' di fortuna una delle 4 slot per le finali mondiali potrebbe essere mia. Peccato che di fortuna ne ho poca, le slot non sono piu' 4 ma solo TRE! e la terza la prende il decimo che mi precede di una posizione e neanche 2 minuti, se avessi bevuto di piu' in bici l'avrei lasciato indietro......
Felice e soddisfatto lo stesso, mi sparo una bella frittura di pesce, birra e pizza, ed ora aspettiamo ed affrontiamo la prossima gara.

Un enorme Grazie a Roberto per le bellissime foto che mi ha fatto!

10 commenti:

  1. E' sempre bello rivederti! E' ora che ti vieni a fare anxche qualche garetta qui dalla tua "famiglia" :)

    E comunque sono io che ho pensato di non aver nuotato male visto che stavamo insieme in zc...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensa che allo start ti cercavo per prenderti un po' di scia!

      é stato un enorme piacere passare un po' di tempo assieme, alla prossima e speriamo sia presto

      Elimina
  2. Marco, quando passi per Pescara sai che puoi sempre contare su di me per il reportage fotografico :-)

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Sei un gigante Marco! Complimenti davvero!!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! é stato un piacere conoscerti!!

      Elimina
  5. Grande Marco!!! Ora ho capito perchè mi hai ripreso così tardi!! ;)
    complimenti!!

    RispondiElimina
  6. Gran prestazione malgrado i crampi ...ma poi hai fatto qualcosa per la slot visto che hanno scritto una cosa e fatto un altra??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho fatto niente per la slot, cerchero' di meritarmela un'altra volta :-)

      Elimina